Arrestato il decimo sospettato per l'attentato di San Pietroburgo

19 aprile

Il decimo uomo sospettato di aver perpetrato l'attacco alla metro di San Pietroburgo è in stato di fermo, a comunicarlo sono le forze di sicurezza russe. Il nome dell'uomo è Akram Azimov, 29 anni, fratello maggiore di Abror Azimov, l'uomo fermato Lunedì dalla polizia con l'accusa di aver pianificato l'attacco.

Akram è accusato di aver trasferito finanziamenti bancari per organizzare l'attacco e di aver creato dei collegamenti con organizzazioni terroristiche internazionali. Entrambi i fratelli sono cittadini russi naturalizzati provenienti dal Kirghizistan. 

Il servizio di sicurezza federale (FSB) ha comunicato che il detenuto Akram Azimov, si trova ora in stato di fermo in un villaggio nei pressi di Mosca. Akram è attualmente il decimo indagato per l'attacco terroristico di San Pietroburgo.

Il fratello Abror sarebbe invece indagato per aver addestrato Akbarzhon Jalilov, il perpetratore dell'attentato che si è fatto esplodere nella metropolitana. 

Gli altri otto indagati proverrebbero sempre dal centro Asia.

Si attendono ulteriori aggiornamenti.

Fonte: BBC