Allarme terrorismo: nuovo arresto in Germania

24 GENNAIO

GERMANIA — Tra la notte di sabato 21 e domenica 22 gennaio, durante un’operazione anti-terrorismo a Neuss, nel North Rhine-Westphalia, è stato arrestato un ventunenne originario dell’Albania. Il ragazzo pare che avesse dei legami con il giovane fermato due giorni fa a Vienna. Infatti, come dichiarato dal portavoce della Procura di Düsseldorf: “il presunto terrorista avrebbe ospitato il neo-jihadista nei giorni scorsi”. I due erano entrambi affiliati a Daesh e stavano progettando di colpire la stazione metropolitana di Vienna. In particolare, il giovane albanese sarebbe stato accusato “di architettare un attentato contro dei poliziotti”.

Secondo fonti locali, durante il blitz non sarebbero stati rinvenuti né armi né esplosivi. Comunque sia gli investigatori hanno sequestrato il computer e delle chiavette USB.

Gli agenti di sicurezza austriaci e la German Federal Criminal Police hanno cooperato per portare avanti l’operazione anti-terrorismo. Entrambi i governi si sono dichiarati soddisfatti di come stiano procedendo i controlli di sicurezza per contrastare il terrorismo. In particolare, Ralf Jäger, Ministro degli Interni tedesco del North Rhine-Westphalia, ha dichiarato che “l’arresto dimostra come le forze dell’ordine stiano lavorando in maniera efficiente, tempestiva e fiduciosa nel combattere il terrorismo”.

Nel frattempo il sospetto terrorista austriaco di 17 anni (e non di 18 come erroneamente riportato nei giorni scorsi), di nome Lorenz K., è stato trasferito al carcere di Justizanstalt Josefstadt domenica pomeriggio. Secondo diverse fonti, Lorenz potrebbe essersi radicalizzato in carcere tra il 2014 e il 2015.