Yemen: 35 vittime in un attacco aereo nel nord del paese

Beatrice Guzzardi | 24 agosto

Dubai, 23 agosto - Almeno 35 persone sono rimaste uccise a causa degli attacchi aerei che, fra i vari obiettivi, hanno colpito un hotel nei pressi del checkpoint di Houthi, a nord della capitale Sanaa. A riferirlo è un’emittente televisiva locale.

Al-Maisra TV è sotto il controllo del movimento armato Houthi il cui dominio si è ormai esteso all’intera area settentrionale dello Yemen e ha reso noto che almeno 41 “martiri” sono rimasti uccisi nel raid, senza specificare se si tratti di combattenti o civili.

Il portavoce della coalizione guidata dall’Arabia Saudita ha dichiarato che sono in corso accertamenti, senza tuttavia fornire ulteriori dettagli.

Yehia Hussein, che collabora con le forze di polizia nell’area controllata dagli Houthi, ha dichiarato che “gli aggressori Saudi-Americani” hanno colpito intenzionalmente l’hotel, al cui interno erano alloggiate non meno di 100 persone. I soccorritori hanno infatti trovato 35 cadaveri e 13 feriti, sebbene i dispersi siano tuttora numerosi.

Gli attacchi aerei nella zona sono aumentati esponenzialmente nell’ultimo mese, nonostante la ferma condanna delle Nazioni Unite. In tutto lo Yemen si contano almeno 10.000 morti dall’inizio della guerra che ha creato una crisi umanitaria senza precedenti nel paese.

Fonte: Reuters

Photo Credit / ©IRIN Photos / Flickr.com (CC BY-NC-ND 2.0 ) 

 
 

Licenza Creative Commons