Gaza: due morti negli scontri tra Hamas e i militanti islamici

Beatrice Guzzardi | 21 agosto

Nella tarda mattinata di giovedì 17 agosto un membro di Hamas e un miliziano salafita sono rimasti uccisi in uno scontro nella Striscia di Gaza, nei pressi del confine egiziano.

Hamas ha recentemente intensificato i pattugliamenti nelle zone di confine per prevenire i movimenti dei gruppi salafiti provenienti nella penisola del Sinai, dove lo Stato Islamico combatte contro le truppe egiziane da diversi anni.

Secondo fonti locali, un soldato di Hamas avrebbe fermato due persone che stavano attraversando il confine egiziano, quando una delle due si sarebbe fatta esplodere. Oltre al miliziano e al soldato, sarebbero rimasti feriti alcuni seguaci dell’organizzazione palestinese.

I rapporti tra Hamas e Il Cairo sono notevolmente migliorati, sebbene il secondo, continuando a presidiare i confini con la Striscia di Gaza, abbia accusato ripetutamente - persino nei mesi scorsi, ndr - il primo di supportare i vari gruppi islamici attivi nel Sinai.

Le cellule salafite, con il supporto di Al Qaeda e Daesh, continuano a minare la stabilità dell’intera area al confine con l’Egitto attraverso numerosi attacchi sia contro le truppe del Cairo sia contro Hamas. Quest’ultima, dopo aver ottenuto nel 2007 il controllo dell’intera Striscia di Gaza, ha sempre combattuto i miliziani salafiti attivi nell’area, imprigionando molti dei loro leader e saccheggiando i loro accampamenti alla ricerca di armi.

Fonte: Reuters 

Photo Credit / ©José M. Ruibérriz / Flickr.com (CC BY-NC 2.0)  

 
 

Licenza Creative Commons