Campagna USA anti ISIS a Raqqa: troppe vittime civili

Beatrice Guzzardi | 12 agosto

Aumenta la proccupazione per l’incolumità dei civili nella città di siriana Raqqa. I raid della coalizione statunitense, nella lotta contro lo Stato Islamico, stanno infatti provocando numerose vittime fra la popolazione.

Le denunce degli stessi residenti non possono essere confermate, ma sono considerate attendibili dalle Nazioni Unite, sollevando multilateralmente polemiche riguardo le regole d’ingaggio delle truppe alleate.

“Non ci sono più di 500 miliziani nella città, ma se continueranno a distruggere edifici residenziali finiranno per liberare Raqqa anche dai cittadini stessi”, ha dichiarato al Guardian Aghid al-Khodr, caporedattore di Sound e Picture che mantiene una rete di corrispondenti in tutta la zona.

Due mesi fa è iniziata la battaglia per liberare Raqqa, capitale dello Stato Islamico, con numerose incursioni di truppe delle Forze Democratiche Siriane, combattenti curdi YPG, milizie ausiliari arabe e aviazione statunitense.

Fonte: Guardian

Photo Credit / ©Bertramz  / Wikimedia Commons (CC BY 3.0)

 
 

Licenza Creative Commons