Terrorismo: altri due attentati in Europa. Daesh minaccia Roma

Gianluca Chiusano | 20 agosto

Altri due attacchi si sono consumati in Europa a distanza di poche ore dal tragico evento di Barcellona. In Finlandia un ragazzo ha aggredito alcuni passanti nella piazza del mercato Puutori a Turku, provocando due morti e otto feriti. In Russia, invece, un uomo ha ferito con un coltello sette persone a Surgut. Si segue la pista terroristica in entrambi i casi.

L’attacco in Finlandia è avvenuto venerdì 18 agosto verso le 16.40. Il numero ufficiale delle vittime, riporta la BBC, è di due morti e otto feriti, tutte donne. Tra loro c’è anche una ricercatrice italiana, colpita a una spalla.  Subito dopo l’aggressione, la polizia ha aperto il fuoco contro l’autore – un diciottenne di origini marocchine – ferendolo a una gamba, per poi arrestarlo con altre sei persone.

In Russia un uomo armato di coltello ha ferito sette passanti a Surgut, in Siberia. Il fatto è avvenuto sabato 19 agosto, intorno alle 11.20. La polizia ha subito aperto il fuoco contro l’aggressore, uccidendolo. Le autorità stanno indagando sul passato del killer, un residente locale nato nel 1994. Tutte le vittime sono state trasportate in ospedale: due di loro versano in gravi condizioni. 

Lo Stato Islamico ha rivendicato quest’ultimo attentato, dichiarando inoltre tramite Telegram che l’Italia sarà il prossimo obiettivo. Lo riferisce il SITE Intelligence Group,  dedicato al monitoraggio delle attività delle organizzazioni jihadiste. Sarà prestata particolare attenzione per le aree più affollate lungo tutta la penisola. A Milano già installate le barriere in Piazza Duomo e Corso Vittorio Emanuele. Si sta valutando la possibilità di installarle anche nelle zone sensibili di Roma e Firenze. 

Fonte: BBC, ANSA

Photo Credit / ©Charles Clegg / Flickr.com (CC BY-SA 2.0)

 
 

Licenza Creative Commons