Cina: Kim Jong-Un segretamente in visita a Pechino?

MIRKO NAZZARI

Secondo i media giapponesi alle 15:00 ore locali, un treno blindato sarebbe arrivato nella capitale cinese. L’agenzia americana Bloomberg, citando tre fonti anonime, ha affermato come all’interno del treno non ci fosse un alto funzionario nord-coreano, così come ipotizzato, ma Kim Jong-Un stesso. L’emittente giapponese Nippon TV, che ha documentato l’arrivo del convoglio, ha affermato che quest’ultimo -accolto dalla guardia d’onore e da una parata di forze dell’ordine- sarebbe molto simile a quello utilizzato nel 2011, sempre durante una visita a Pechino, da Kim Jong-Il, padre e predecessore di Kim Jong-Un. Secondo alcuni testimoni, la stazione ferroviaria era bloccata da molti poliziotti mentre altri agenti avrebbero allontanato i turisti dalla piazza di Tiananmen: la “Grande Sala del Popolo”, sul lato ovest, sarebbe infatti utilizzata per gli incontri importanti.

La notizia, se confermata, sarebbe di enorme rilevanza. Questo infatti sarebbe il primo viaggio all’estero del leader nord-coreano da quando è salito al potere nel 2011. La visita si inserisce in un contesto diplomatico rinnovato a seguito di tre grandi avvenimenti: i segnali di distensione nei confronti della Corea del Sud durante le olimpiadi invernali di Pyongyang, la programmazione di un incontro con il leader sud-coreano in aprile e soprattutto, l’organizzazione per un vertice bilaterale con il presidente americano per trattare la completa denuclearizzazione della Corea del Nord. Il 16 marzo infatti, Ri Yong-ho, il ministro degli Esteri nord-coreano, si era recato a Stoccolma per un incontro a sorpresa con il Primo Ministro svedese, Stefan Lofven. Quest’ultimo poi aveva anche annunciato che la Svezia, già molte volte mediatrice tra Washington e Pyongyan, sarebbe disponibile, ma solo se fosse stato esplicitamente richiesto, ad ospitare l’atteso incontro tra i due leader. Il summit, accolto con favore anche da Cina e Russia, dovrebbe avere luogo entro maggio dopo la risposta positiva di Donald Trump all’invito al dialogo di Kim Jong-Un, recapitato al Presidente americano da alcuni funzionari della Corea del Sud.

Fonte: BBC

Photo Credit / ©kikodoze / Flickr.com (CC BY-NC-ND 2.0)

 
 

Licenza Creative Commons