Cina: frana a Sichuan, 15 morti e 140 dispersi

da Mirko Nazzari

Mirko Nazzari | 25 giugno

23 giugno 2017. A seguito di una frana nella provincia di Sichuan, nel sud-ovest della Cina, 15 persone hanno perso la vita e altre 140 risultano disperse. Circa 40 case infatti sono state distrutte a Xinmo, un remoto paese nella città-contea di Maoxian, dopo che il fianco della montagna si è staccato alle 06:00 ora locale (22:00 GMT).

I soccorritori, circa 1000 uomini di cui più di 100 dello staff medico, stanno freneticamente cercando sopravvissuti intrappolati sotto le rocce staccatesi dalla parete montuosa. Finora sono state estratte vive dalle macerie due persone grazie all’intervento delle squadre di soccorritori che hanno usato delle funi per spostare i detriti. Una coppia ed il loro bambino sono riusciti a scappare poco prima che la frana raggiungesse la loro casa e sono stati portati in ospedale. L’uomo, Qiao Dashuai, ha affermato che si sono salvati grazie al pianto del bambino che li ha svegliati poco prima che l’acqua travolgesse la loro abitazione.

Il presidente Xi Jinping ha poi incoraggiato le unità dispiegate nella zona a lavorare senza sosta per cercare di trarre in salvo più persone possibili. La polizia locale ha dichiarato alla CCTV, un’emittente locale, che la frana, causata dalla poca vegetazione presente nella zona e dalle forti piogge degli ultimi giorni, ha provocato lo spostamento di circa 3 milioni di metri cubi di rocce, bloccando il corso del fiume sottostante per più di 2 km.

Xinhua, l’agenzia d’informazione ufficiale di stato, riporta che la polizia ha chiuso al traffico tutte le strade d’accesso alla contea, permettendo il passaggio solo ai mezzi di soccorso. L’area colpita è inoltre importante per la presenza di una vasta rete di dighe, oltre alle due centrali idroelettriche presenti nella città di Diexi.

Le frane purtroppo sono un pericolo costante nelle regioni montuose della Cina, specialmente durante i periodi di forti piogge. La zona è anche altamente sismica: un terremoto nel 1933 ha causato la sommersione della città di Diexi a causa della rottura degli argini di un lago vicino. Nel 2008 inoltre, un altro evento sismico di magnitudo 8.0 ha causato la morte di 87000 persone nella provincia di Sichuan. Nella stessa contea di Maoxian 37 turisti sono stati uccisi da una frana, causata dallo stesso terremoto, che ha travolto l’autobus sul quale stavano viaggiando.

Fonti: BBC, La StampaReuters

Photo Credit / ©John Town  / Flickr.com (CC BY-NC-ND 2.0)

 
 

Licenza Creative Commons