Attacco suicida in Nigeria: 27 morti

da Beatrice Guzzardi
Categoria principale: World

Beatrice Guzzardi | 16 agosto

Tre donne si sono fatte esplodere uccidendo ventisette persone e provocando decine di feriti. L’attacco è avvenuto nei pressi di un campo profughi di Maiduguri, nello stato del Borno: il principale caposaldo di Boko Haram.

Quello odierno è solo l’ultimo di una lunga e sanguinosa serie di attentati che, a partire dal 2009, il gruppo terroristico ha compiuto ai danni della popolazione per creare uno vero e proprio stato islamico.

Secondo un rapporto pubblicato la scorsa settimana dagli analisti di West Point, è la prima volta che Boko Haram utilizza le donne per le proprie azioni.

Baba Kura, membro delle forze speciali nigeriane, ha dichiarato che una componente del commando suicida si è fatta esplodere all’interno del campo scatenando il panico. “I commercianti avevano iniziato a chiudere i negozi e le persone a dirigersi verso la parte opposta del campo. È a quel punto che le altre due attentatrici hanno azionato i propri ordigni”, ha aggiunto.

Sebbene lo scorso anno il governo di Lagos aveva annunciato la sconfitta di Boko Haram, numerosi corrispondenti stranieri hanno riferito che i soldati non sono tuttora in grado di contrastare adeguatamente gli attacchi. I cittadini del Borno continuano infatti a fuggire dalle proprie case rifugiandosi nei vari campi profughi, ormai prossimi al collasso.

Fonte: BBC

Photo Credit / ©Jonathan Alpeyrie / Flickr.com (CC BY-SA 3.0)  

 
 

Licenza Creative Commons