Traccia #5

Simulazione di un attacco terroristico a Roma e/o Milano da parte dell’ISIS

Nonostante il nostro Paese sia stato ancora risparmiato da sanguinosi attacchi jihadisti come quelli avvenuti in altre capitali europee, la possibilità che anche l’Italia “debba pagar pegno” è concreta. Sebbene il terrorismo di Al Qaeda e ISIS presenti chiaramente una gerarchia nella scelta dei bersagli, città come Milano e soprattutto Roma rimangono bersagli appetibili –basti pensare solo all’impatto mediatico e psicologico che avrebbe un attacco in Piazza San Pietro a Roma durante un Angelus di Papa Francesco, sia nel mondo occidentale cristiano, ma anche in quello jihadista internazionale.

Pertanto, agli studenti è chiesto di dettare la nostra risposta, in veste di politici, funzionari, ufficiali delle forze dell'ordine, operatori sociali, ecc., nei seguenti campi di compentenza: livello operativo, politico, comunicazione (media), prevenzione e contro-narrativa.

Idee su come costruire il policy paper e le sue raccomandazioni – oltre a titolo, definizioni, riassunto e le voci restanti.
    1. Background: elenco dell’attività terroristica in Italia, compresi gli anni ’70 e il terrorismo di stampo jihadista
    2. Identificare l’obiettivo/interesse principale dell’attore/attori coinvolti: immigrato/rifugiato
    3. Politiche/piani d’azione passati: cosa si è fatto riguardo alla prevenzione, alla risposta e alla resilienza?
 
©TUTTI I DIRITTI RISERVATI